Tre racconti per parlare della Trinità ai bambini

Pubblicata in questi giorni la prima raccolta di racconti per bambini di Luigi Larocchi – Maria Spatola, Il Baobab, il Delfino e il Giocattolaio, Associazione Culturale Archa, Trento 2012, pp. 35. I racconti che vengono proposti in questa composizione non si rivolgono esclusivamente ad un pubblico di piccoli lettori; tali...

Continue reading

Il quarto re

RACCONTIdi Luigi LAROCCHI Spunti: Youcat / Capitolo primo – punto 3: Dio ha instillato nel nostro cuore il desiderio di cercarlo e di trovarlo. […] L’uomo ha veramente trovato se stesso nel momento in cui ha trovato Dio. – punto 4: […] Ogni uomo è aperto alla verità, al bene...

Continue reading

Racconti: La formica Giuseppina

RACCONTI di Luigi LAROCCHI Formica Giuseppina: “Ma tu guarda che bella giornata! Certo che andare a cercare il cibo con un sole così è proprio un piacere! Ciao, io sono la formica Giuseppina! Sono piccolina è vero. Non ho i muscoli delle formiche soldato, ma non sono neppure così piccola...

Continue reading

La festa di compleanno

RACCONTI di Luigi LAROCCHI Un gruppo di ragazzi della scuola superiore, di genitori e di insegnanti della scuola Paritaria Madonna della Neve di Adro, si dedica da diversi anni all'educazione religiosa dei bambini della scuola elementare di questo stesso istituto. Il lavoro prevede degli incontri mensili, generalmente la domenica pomeriggio,...

Continue reading

Il giocattolaio

RACCONTIdi Luigi LAROCCHI In una minuscola via, così corta che quasi non c’era abbastanza spazio per potervi scrivere il nome, si trovava un negozio di giocattoli. Non si vendeva merce comune, facilmente acquistabile nei negozi di ogni città, ma articoli speciali, unici nel loro genere. Il Signor Giuseppe Semente, proprietario...

Continue reading

La scheggia di legno

di Luigi e Sole LAROCCHILa formica Giuseppina stava camminando per la strada, badando ai fatti suoi, senza lasciarsi distrarre da tutto il trambusto che gli uomini stavano combinando in quel momento. Era normale per una formica non degnare gli uomini nemmeno di uno sguardo: sono troppo distratti, talmente grandi da...

Continue reading