Comments are off for this post

“Avvenire” dedica uno spazio agli Esercizi del Mec

Gli esercizi – offerti a bambini, studenti, universitari, giovani, famiglie e adulti, adattandoli alle diverse situazioni – sono stati l’occasione per poter riflettere insieme sul desiderio di Dio inscritto nel cuore dell’uomo. Il tema centrale era, infatti, «In principio era il cuore». Nella parola cuore – ha ricordato padre Sicari durante la celebrazione eucaristica d’apertura – c’è il riferimento al cuore di Dio, al cuore di Cristo, al cuore della Chiesa e al cuore di ogni uomo. E poiché esiste un rapporto diretto tra il pulsare del nostro cuore e Dio, dobbiamo, fermandoci, imparare a sentirne il molteplice battito. Il fondatore del Mec ha dettato quattro meditazioni con le quali ha accompagnato l’assemblea alla scoperta del cuore paterno di Dio, del cuore filiale e fraterno di Cristo e del cuore di alcuni grandi santi carmelitani. «L’uomo non si sazia con meno di Dio» scriveva san Giovanni della Croce: questo l’insegnamento che hanno ricevuto i partecipanti all’incontro di Lignano Sabbiadoro. Chi desidera ulteriori informazioni può consultare il sito www.mec-carmel.org.

(Tratto da “Avvenire” del 08.05.09)

Comments are closed.