Comments are off for this post

Esercizi Spirituali 2009

Già da ieri i più giovani hanno avuto modo di partecipare al primo incontro internazionale per studenti e universitari. E’ stata l’occasione per poter riflettere, insieme agli amici delle altre comunità straniere, sul desiderio di Dio inscritto nel cuore dell’uomo e sulla dinamica dell’attesa vocazionale. C’è in gioco il desiderio del cuore e la possibilità di  ripetere  l’esperienza di fede dell’antico carisma carmelitano che infiammò l’anima di Teresa d’Avila e Giovanni della Croce.
Durante la Messa P. Antonio Sicari ha introdotto il tema centrale degli esercizi spirituali di quest’anno: “In principio era il cuore”. Anche la coreografia posta nel palco centrale dell’aula assembleare ripropone questo tema. Al centro c’è l’immagine di Giovanni con il capo chino sul petto di Cristo per ascoltarne il battito del cuore; dei grandissimi semicerchi colorati si aprono verso l’esterno, come delle onde che dilatano il battito del cuore di Cristo verso tutti noi.
“In questa parola, “Cuore”, – ricorda P. Antonio durante l’omelia – c’è il riferimento al cuore di Dio, al cuore di Cristo, al cuore dell’uomo, della chiesa, del mondo. L’apostolo Giovanni che ricordiamo durante l’ultima cena con il capo posato sul petto di Gesù, è l’apostolo che ha sentito battere il cuore di Cristo. Noi sappiamo che Dio ci ama e che il compito della nostra vita è quello di imparare ad amare. C’è un rapporto diretto tra il pulsare del nostro cuore e Dio. Dobbiamo imparare a sentire il nostro cuore; quanta distrazione c’è nella nostra vita, quanta superficialità. Noi dobbiamo imparare a sentire il nostro cuore che batte e farci la domanda: per chi batte  questo cuore? E poi cominciare a capire il dialogo che c’è tra noi e Dio. Nel libro del profeta Osea leggiamo: «Io la trarrò in disparte e parlerò al suo cuore»… Dio vuol parlarci così!”
Per molti altri amici non è stato possibile prendere parte a questo momento centrale per la vita del movimento rappresentato dagli Esercizi. Li ricordiamo tutti custodendoli nella preghiera e offrendo loro qualche breve annotazione attraverso le pagine del nostro Sito.
M.N.

Comments are closed.