Cultura – Dal dono al compito: pensare la fede per servire l’uomo

L’attività culturale si realizza secondo percorsi formativi interni, promossi dai Gruppi e Centri di riferimento, come pure attraverso proposte pubbliche di incontri e dibattiti. L’approfondimento culturale è poi garantito dalla rivista trimestrale del movimento, Dialoghi Carmelitani. Secondo il tratto carmelitano della bellezza sono inoltre curate iniziative di tipo artistico-musicale, anche grazie all’attività di alcune Corali. Il lavoro culturale nel MEC, in sintesi, vuole rendere operativo il principio di fede secondo il quale “è tutto l’uomo che è salvato in Cristo” (Giovanni Paolo II): se la fede cristiana non diventasse cultura resterebbe ancora non pienamente pensata, accolta e vissuta. “Chi cerca Dio, dunque, fa vera cultura” (Benedetto XVI).