I riccioli di Camilla (Avvento)

RACCONTIdi Sole e Luigi LAROCCHIViveva in una città non molto lontana da qui un bimbo di nome Matteo che non credeva più nella magia del Natale. Non c’era un motivo speciale: semplicemente ad un certo punto, non sapeva neppure quando, aveva smesso di attenderlo. Non gli importava dei giorni che...

Continue reading

Il giocattolaio

RACCONTIdi Luigi LAROCCHI In una minuscola via, così corta che quasi non c’era abbastanza spazio per potervi scrivere il nome, si trovava un negozio di giocattoli. Non si vendeva merce comune, facilmente acquistabile nei negozi di ogni città, ma articoli speciali, unici nel loro genere. Il Signor Giuseppe Semente, proprietario...

Continue reading

La scheggia di legno

di Luigi e Sole LAROCCHILa formica Giuseppina stava camminando per la strada, badando ai fatti suoi, senza lasciarsi distrarre da tutto il trambusto che gli uomini stavano combinando in quel momento. Era normale per una formica non degnare gli uomini nemmeno di uno sguardo: sono troppo distratti, talmente grandi da...

Continue reading

Racconti: Perché ci travestiamo a Carnevale

RACCONTIdi Luigi LAROCCHIVoce narrante: Moltissimo tempo fa, molto prima che alla vostra nonna spuntasse il primo dentino da latte, prima che agli Egiziani venisse in mente di costruire le piramidi, ancora prima che i dinosauri vagassero per le praterie in cerca di qualche buon bocconcino da addentare, sulla Terra c’erano...

Continue reading

Il vecchio faggio

RACCONTIdi Luigi LAROCCHILa prima brezza di primavera scese finalmente nella valle. Gli alberi, chinando le cime, la salutarono felici. Venne poi il tepore del mezzogiorno, al quale distesero i rami per risvegliare la linfa ancora gelata. I germogli cominciavano a spuntare dai carpini snelli ed eleganti; sui rami dei noccioli...

Continue reading

La Torre dei Re

RACCONTIdi Luigi LAROCCHI Il sovrintendente si affacciò alla finestra del suo ufficio. Dall’ultimo piano del palazzo in cui si trovava, la visuale poteva abbracciare buona parte della pianura dove sorgeva la città. I lavori procedevano spediti, come ogni giorno; le file degli operai che trasportavano il terriccio si muovevano ordinatamente...

Continue reading