Comments are off for this post

L’Amore é dato “prima”

di Elian HAGE

Testimonianza sugli Esercizi Spirituali del Mec libanese

I nostri Esercizi Spirituali in Libano “La ricchezza della Misericordia di Dio” sono iniziati con la Santa Messa e l’introduzione venerdì 11 settembre e finti con il pranzo di domenica 13 settembre. Si sono svolti nel monastero “Couvent des Beatitudes”, un terrazzo naturale a 700 mt. sul mare immerso nella natura. In un ambiente di comunione e di gioia, Padre Antonio Maria Sicari ci ha parlato della misericordia che esiste prima del peccato; “non c’è perché pecchiamo ma perché Dio è misericordioso per natura

La creazione è il regalo che il Padre ha donato al Figlio, che anche dopo il peccato originale non ha interrotto l’amore originario, non può: l’Amore di Dio è per sempre. Ma il peccato ha privato Adamo e Eva del grande dono di contemplare il Volto di Dio facendoli uscire dal paradiso terrestre: dalla Casa della Misericordia. Ma anche dopo il peccato originale, Dio non li ha lasciati soli perché ha lasciato nel loro cuore e nel cuore di ogni uomo, il desiderio di rivederlo.

Gesù il Figlio genlibano2erato dal grembo del Padre si è incarnato per rivelarci il volto umano della Misericordia del Padre e per portare tutta l’umanità verso lui: è solo sulla croce che tutto si ricompone, dove la Giustizia e la Misericordia si “baciano”. La Misericordia ha una casa che si chiama Chiesa, e noi viviamo in questa casa nella esperienza del nostro movimento. Abitare questa Casa, l’abbiamo sperimentato in questi tre giorni con piccoli gesti concreti di comunione e di gioia gli uni verso gli altri, come Maria e Giuseppe nella piccola Casa con Gesù.

La prima Chiesa è la Famiglia! Padre Antonio, nelle meditazioni, ci ha fatto riscoprire la bellezza e la quotidianità della Misericordia. Tante cose imparate da bambini. Mi ricordo che miei genitori mi hanno insegnato l’atto di dolore che dice: “…. Mi pento dei miei peccati non per paura dell’inferno né con avidità del paradiso ma solo per amore di Dio…” e le sentivo come non avere l’ardire di chiedere ma ora che abbiamo imparato che la Misericordia è prima del peccato, con santa Teresina diciamo: “io voglio tutto”.

libano3

 

Comments are closed.