Comments are off for this post

Archetipi Carmelitani: Elia e Maria

La questione ha, come abbiamo visto, anche una componente geografica e biblico-patristica: i testi biblici che parlano della santa montagna del Carmelo erano normalmente commentati dai Padri della Chiesa e dagli scrittori spirituali sia in riferimento alla Santa Vergine (tema della bellezza sponsale, paradisiaca) sia in riferimento ad Elia (tema dell’alleanza gelosa).
Inoltre non mancava, come abbiamo visto ancora, una ricca fioritura di leggende che legavano gli Eremiti Carmelitani sia alla figura del Profeta Elia (di cui sarebbero stati discendenti) sia alla figura della Vergine che sul Carmelo sarebbe stata pre-conosciuta, amata e onorata ininterrottamente fin dall’epoca dei più antichi profeti.
Il fatto che, per secoli, siano state ritenute storiche sia la «discendenza elianica» sia la particolare «appartenenza mariana» fa intuire quanto profondamente questi due archetipi si siano radicati nella coscienza dei carmelitani, formandone l’inestirpabile identità. Ma vediamo le cose più da vicino.

Comments are closed.