Due documenti video sull'interpretazione di Pamela Villoresi in ricordo di Giovanni Paolo II, organizzato dal Movimento Ecclesiale Carmelitano di Brescia.

Voce madia Tv (La Voce del Popolo)

L'interpretazione di Pamela Villoresi

L’educazione è un tema antico e vasto quanto l’uomo. Ma nel tempo della post-modernità, un suo profilo sembra aver bisogno più di altri di essere indagato: l’educazione può ancora definirsi – al livello umano e della fede – come legame tra generazioni, come forza di passaggio e trasmissione? L’approfondimento proposto da Dialoghi in questo numero, sulla scia della presentazione del Progetto Educativo per i Giovani del MEC, affronta dunque domande difficili, poste nel contesto della globalizzazione, dell’interculturalità e della liquida ampiezza delle relazioni virtuali: chi sono i giovani di oggi? Quale il senso del loro cammino? E, soprattutto, chi saprà essere per loro compagno di viaggio, testimone credibile del bene e dell’amore?

di Lella TOMASINI

La massima parte di ciò che veramente mi serve sapere su come vivere, cosa fare e in che modo comportarmi l’ ho imparata all’asilo. La saggezza non si trova al vertice della montagna degli studi superiori, bensì nei castelli di sabbia del giardino dell’infanzia. Queste sono le cose che ho appreso: Dividere tutto con gli altri. Giocare correttamente. Non fare male alla gente. Rimettere le cose al posto. Sistemare il disordine.Non prendere ciò che non è mio. Dire che mi dispiace quando faccio del male a qualcuno. Lavarmi le mani prima di mangiare. I biscotti caldi e il latte freddo fanno bene. Condurre una vita equilibrata: imparare qualcosa, pensare un po’ e disegnare, dipingere, cantare, ballare, suonare e lavorare un tanto al giorno. Fare un riposino ogni pomeriggio. Nel mondo, badare al traffico, tenere per mano e stare vicino agli altri. Essere consapevole del meraviglioso.

Leggi tutto...

E poco dopo Luciano, Franca...

“Ciocanari: una campagna piatta e distesa a perdita d’occhio, villaggio rom fatto con casette di fango e pavimenti in terra battuta, una povertà difficile anche solo da immaginare. Superate le casette ci addentriamo nella campagna immersa nella nebbia. Sulla strada bianca corrono bambini malvestiti, bellissimi, e ai cancelli si affacciano donne anziane con il fazzoletto in testa e la gonna lunga fino ai piedi. Beppe costringe la nostra macchina a fermarsi e abbassa il finestrino.

Leggi tutto...

di Michelangelo NASCA

L’attore Vincenzo Bocciarelli conclude le letture quaresimali dedicate ai “Ritratti di Santi” nella chiesa di Santa Maria della Vittoria, a Roma, interpretando il racconto di santità del Servo di Dio Igino Giordani (cofondatore del Movimento dei Focolari di Chiara Lubich). Tre le biografie – scritte dal teologo carmelitano Antonio Maria Sicari – proposte dal Movimento Ecclesiale Carmelitano (di cui P. Sicari è fondatore): Giovanni XXIII, Lucia di Fatima e Igino Giordani. Tre grandi testimonianze di fede cristiana interpretate, anche quest’anno, dagli attori professionisti Giulio Base, Claudia Koll e Vincenzo Bocciarelli.

Leggi tutto...

È tutta intera la Luce
Un evento a Brescia per la canonizzazione di Giovanni Paolo II
Le mura antiche e circolari, sorrette dalle colonne romaniche, sono come una corona: è la sera del sabato 5 aprile, a Brescia, e il Duomo Vecchio è colmo di persone, più di 600, in attesa dell’inizio. C’è il Vescovo della città, con il suo Vicario Generale, come pure i rappresentanti del Comune. Ma soprattutto c’è silenzio, sotto le luci soffuse, quando Pamela Villoresi fa il suo ingresso e, senza alcuna introduzione, ma solo dopo un pubblico segno di croce, comincia a prestare la sua voce alle parole del Papa.

Leggi tutto...

di P. Aldino Cazzago ocd

A chi non è capitato di rimanere stupito davanti alla bella fotografia di un atleta ripreso mentre tenta di “scalare” il cielo nel salto con l’asta o si lancia verso il traguardo nella corsa dei 100 metri, la più emozionante dell’atletica leggera? Lo stesso atleta ripreso da fermo non avrebbe suscitato in noi la stressa meraviglia. Qualcosa di simile può essere detto anche della Chiesa: un conto è pensarla come una realtà ferma, forse un po’ statica e rinchiusa in se stessa, e un conto è vederla mentre si apre verso l’esterno, mentre, ad esempio nella figura di qualche santo, va verso il mondo che non conosce Dio come amore. Parlare di una Chiesa in movimento, in azione, è lo stesso che parlare di una chiesa segnata da uno stile missionario e che prende atto dell’urgenza di una nuova evangelizzazione. Forse non è irrilevante osservare che il termine “evangelizzazione” è usato per ben 80 volte lungo tutta la Evangelii gaudium.

Leggi tutto...

“È tutta intera la Luce”
Oratorio per la canonizzazione di Giovanni Paolo II

Il prossimo 5 aprile, nella suggestiva cornice romanica del Duomo Vecchio di Brescia, Il Movimento Ecclesiale Carmelitano - in collaborazione con la Diocesi di Brescia e l’Associazione giovanile InOltre – presenterà lo spettacolo “È tutta intera la Luce”, dedicato alla figura di Papa Giovanni Paolo II. La data scelta è volutamente prossima al 2 aprile, giorno in cui ricorreranno i nove anni dalla morte del Papa, ed è collocata a sole tre settimane di distanza dalla sua imminente canonizzazione che, con quella di Papa Giovanni XXIII, avverrà a Roma il 27 aprile.

Leggi tutto...

Carissimi amici,
quante volte ascoltando Papa Francesco il nostro cuore si è aperto alle sue parole! Quante volte abbiamo sentito più vero il desiderio di seguire Cristo, guardando a lui! In questo suo anno di Pontificato ci ha indicato concretamente come vivere la vocazione personale, come prenderci cura delle persone, come stare nel mondo del lavoro, come essere testimoni di pace. Ci ha insegnato a pregare, ci è stato di esempio e ci ha invitato a vivere la povertà come modo di amarci e di farci prossimo, ci ha aiutato a percorrere la strada della santità, ci ha suggerito il vero modo per realizzare una famiglia cristiana.

Leggi tutto...